Dove trovarci: Viale C.Colombo 23 - 70017 - Putignano (BA) Contatti: 080 4051657

Nico Andrea

Visita Allergologica

SKIN PRICK TEST per inalanti o alimenti: consistono nel posizionamento di goccine per Inalanti (pollini, polvere, forfore animali e muffe) o Alimenti (frutta, verdura, uova, latte, carne, pesce, ecc.) sugli avambracci, prick e lettura dopo 20 minuti.

Visita per Asma con Spirometria e test di broncodilatazione

PATCH TEST per le dermatiti allergiche da contatto: consistono nell’applicazione di cerotti con gli apteni delle sostanze allergeniche (nichel, parabeni, resine, coloranti, ecc.) sul dorso e rimozione per lettura risultati dopo 72 ore

TEST DI TOLLERANZA ORALE AI FARMACI (es. antibiotici, fans, ecc.): consistono nella somministrazione della dose terapeutica del farmaco in 4 dosi progressivamente crescenti, una ogni 30 minuti. Dopo l’ultima dose il paziente viene tenuto sotto stretta osservazione per verificare che non abbia reazioni al farmaco.

TEST CUTANEI per allergia veleno di imenotteri (api, vespe, calabroni)

ESECUZIONE IMMUNOTERAPIA (vaccino)

 

La cura delle allergie respiratorie comincia con una corretta diagnosi

Arrivano sempre con starnuti, naso chiuso, che cola e prude Stiamo parlando delle allergie  respiratorie, sempre più diffuse anche a causa dell’inquinamento ambientale. Ne parliamo con il dott. Andrea Nico, specializzato in allergologia e immunologia clinica e che opera anche presso il nostro centro polimedico.

Cosa sono allora le allergie, come possono essere diagnosticate e quali rimedi bisogna adottare per affrontarle al meglio?

Le allergie nascono, diciamo, per un errore delle nostre difese immunitarie – spiega il dott. Nico – che riconoscono come dannosi, agenti innocui quali pollini, acari della polvere, forfore animali e muffe. Si tratta quindi di patologie immunologiche di carattere infiammatorio che interessano naso, occhi e polmoni e che si manifestano essenzialmente con rinocongiuntivite e asma. I principali allergeni della nostra area sono i pollini di graminacee, parietaria, olivo e cipresso oltre agli acari della polvere domestica e alle forfore microscopiche di gatto e cane.

I pazienti chiedono il nostro supporto nel momento in cui la terapia sintomatica (antistaminici e cortisonici non funziona. A tal proposito, è bene specificare che la terapia sintomatica controlla i sintomi ma non cura l’allergia . La terapia risolutiva è rappresentata invece dalla immunoterapia iniettiva (vaccino) che induce nuovamente dalla immunoterapia iniettiva (vaccino) che induce nuovamente  tolleranza nei confronti di quelle sostanze che hanno causato l’allergia e la risolve definitivamente Il vaccino viene eseguito dall’allergologo con iniezioni sottocute nella parte posteriore del braccio e deve essere effettuato mensilmente per un periodo di 3 – 5 anni. Tra i vaccini, segnaliamo anche la possibilità di assumere delle compresse che, tuttavia, hanno un costo maggiore.

E’ bene precisare che gli allergeni hanno una loro stagionalità. Il cipresso, da Febbraio a Marzo, la parietaria da Aprile a settembre,  le graminacee, da Aprile e Giugno, l’olivo, a Maggio. Gli acari, invece, sono allergeni perenni ma danno sintomi   soprattutto nelle stagioni di transizione (Aprile e Ottobre e Novembre).

Per tale ragione – conclude il dott. Nico – è importante che il paziente si rechi dall’allergologo già dai primi sintomi di allergia in modo da sottoporsi agli Skin Prick Test per individuare gli allergeni responsabili dei suoi sintomi e iniziare per tempo il vaccino più appropriato.

Il vaccino diventa assolutamente indispensabile quando sono già presenti i sintomi asmatici, per prevenire che questi diventino cronici e l’allergia si trasformi in asma, patologia cronica che comporta problemi più severi se non adeguatamente curata.

 Al medico  il compito di tenerla sotto controllo e di prevenire il suo riacutizzarsi.