Dove trovarci: Viale C.Colombo 23 - 70017 - Putignano (BA) Contatti: 080 4051657

Dott.ssa Mastromauro: Le patologie ortopediche e neurologiche sempre più diffuse nella società odierna

E’ un ambito molto importante quello della fisiatria e ne parliamo sul nostro sito con la dott.ssa Lucia Mastromauro presente presso il Centro PolimedicoEira.

Più in particolare, su quali ambiti si concentra la sua attività professionale?

Mi occupo di riabilitazione in campo sia ortopedico che neurologico, e di diagnostica e valutazione elettromigorafica dei nervi sensitivi e motori nelle patologie di pertinenza neuro-fisiatrica. La mia attenzione è rivolta alle patologie muscolo-scheletriche (osteo-artrosi, lesioni traumatiche di muscoli e tendini, riabilitazione protesica, alterazioni posturologche ecc) e patologie del sistema nervoso periferico ovvero neuropatie dismetaboliche o di altra natura, intrappolamento di nervi  come nel tunnel carpale e tarsale, lesione dei plessi, radicolopatie da ernie  discali cervicali e lombari. E’chiaro che la Fisiatria rappresenta un ambito molto vasto di studi in quanto si occupa del trattamento conservativo della maggior parte delle patologie osteo-articolari e muscolo-tendinee, la maggior parte delle quali croniche e che determinano sintomatologie dolorose persistenti.

Potremmo definire questo tipo di patologie come delle malattie sociali?

Le degenerazioni oteo-articolari, anche in riferimento all’avanzare dell’età, sono sempre più frequenti nella società odierna. Stesso discorso vale anche per patologie come le neuropatie dismetaboliche aumentate in maniera esponenziale con la diffusione del diabete, patologia che possiamo attribuire all’aumento del benessere. Inoltre, sono sempre più in diffusione quelle patologie legate al tipo di lavoro svolto, quali sforzi fisici eccessivi, lavori manuali con movimenti ripetitivi, lunghi periodi in posizioni viziate, si tratta delle lombo-sciatalgie, delle cervicalgie e contratture muscolari e del  già citato tunnel carpale.

Come si svolge la visita e che consigli possiamo dare in termini di prevenzione?

La visita consiste in un approfondimento generale del quadro fisiatrico quindi con un attenta anamnesi non solo clinica del paziente ma anche “lavorativa-sociale” perchè bisogna sempre tener presente il tipo di lavoro o eventualmente di sport o altro che un paziente svolge, per poter analizzare ed eventualmente eliminare fattori che causano o contribuiscono all’insorgenza della patologia o della sindrome dolorosa.  Viene poi valutata l’opportunità di sottoporre il paziente all’esame elettromiografico per avere un quadro oggettivo della eventuale compromissione nervosa all’interno del quadro clinico. La prevenzione, oggi, è divenuta un elemento fondamentale per allontanare queste patologie dalla nostra vita quotidiana. Il consiglio, è sempre quello di fare una giusta attività fisica, mantenere una corretta postura  e seguire un regime alimentare corretto in modo da evitare obesità e sovrappeso e quindi le ripercussioni che queste situazioni possono determinare a livello della colonna. Inoltre, è bene non sottovalutare i sintomi, ma intervenire precocemente con ginnastica posturale, terapie fisiche e farmacologiche prima che la stessa patologie cronicizzi e diventi più grave tale da richiedere interventi di tipo chirurgico.